• English Italian

Dove ti trovo? – Come pescare con il software Timezero di Furuno

Sembra facile parlare di pesci e di pesca, ma quando ci scontriamo con pesci pelagici e di branco bisogna considerare che le rotte di spostamento seguono delle linee ben precise, dettate da numerosi fattori. Grazie ai moderni software e agli studi climatici, è possibile individuare le zone di caccia di numerose specie, aumentando la possibilità di cattura e rendendo la pesca, una volta tanto, “scientifica”.


LE ROTTE DEL PASSATO
Ascoltando sui porti i racconti di pescatori d’esperienza, sentiamo spesso nominare le famose “agende”, rubriche e quaderni di carta, dove i pescatori annotavano le miglia percorse per incontrare i branchi, le fasi lunari e spesso i dati barometrici.
Questi veri e propri saggi d’esperienza hanno fatto parte di molte delle mie esperienze di traina d’altura o di pesca dei pesci foraggio. In passato, però, prendevo le nozioni come regole fisse, non soffermandomi su alcuni dettagli molto importanti, come ad esempio il meteo dei giorni che precedevano le catture oppure l’escursione di marea.

ATTRAZIONE FATALE
Andando però in mare ed iniziando ad incrociare i dati del passato con le moderne strumentazioni di bordo, ho iniziato ad osservare che la temperatura dell’acqua, oltre alla presenza di perturbazioni, fa variare notevolmente i passi di migrazione dei pesci. A seguito delle perturbazioni, la maggiore ossigenazione dell’acqua e l’apporto di detriti e sostanze nutritive che arrivano dai fiumi e scaricano in mare una quantità imponente di sedimento ed insetti, mettono in moto diverse fasce della catena alimentare. Pertanto, se da un lato le agende costituiscono un ottimo modo per capire i periodi di migrazione, l’osservazione attenta di alcuni fenomeni e l’uso degli strumenti, quali il barometro (per la pressione atmosferica) e l’ecoscandaglio con l’eventuale temperatura dell’acqua e l’altezza del termoclino, possono fornirci informazioni indispensabili per stabilire se e quando iniziare la ricerca del pesce.

DOVE TI TROVO?
Una volta deciso il momento in cui iniziare la ricerca, ciò che renderà difficile l’azione vera e propria sarà intuire il movimento e la posizione dei pesci.
Se infatti la temperatura dell’acqua e le perturbazioni sono “misurabili”, il movimento delle correnti, invece, rappresenta un dato non valutabile ad occhio né attraverso i comuni strumenti di bordo.
L’orografia del terreno in alcune zone è di grande aiuto, poiché la presenza o l’assenza di fiumi (che incidono notevolmente sull’esistenza di corrente in superficie) o di promontori (che per via dell’effetto Venturi creano delle vere e zone di corrente costante) può generare dei flussi d’acqua costanti in movimenti come in una sorta d’imbuto. L’esempio più evidente è in Puglia con il classico imbuto generato dal canale d’Otranto dove la corrente va sempre a Sud-Est, poiché il promontorio del Gargano crea una sorta di “muro” che fa rimbalzare i moti ondosi diretti a Nord-Ovest come in una sorta di rotatoria stradale.

timezero furuno

TIMEZERO ED IL MODULO OCEAN-O
Oggigiorno numerosi strumenti professionali sono dotati di connessione internet attraverso la quale si possono ottenere, oltre alle tradizionali previsioni meteo, anche i dati relativi alla concentrazione di plancton e alla temperatura dell’acqua in superficie in un determinato periodo ed in una specifica area.
Ciò che costituisce la vera innovazione nella pesca sportiva e professionale è la possibilità di abbinare al software di navigazione TIMEZERO distribuito da Furuno Italia (già conosciutissimo nell’ambito della pesca professionale e nel diporto) il nuovo modulo di dati oceanografici OCEAN-O.

timezero

La novità, infatti, è rappresentata da un abbonamento ad un modulo dati che racchiude in sé la possibilità di scegliere tra diversi modelli di rilevazione la risoluzione in profondità bassa (0-100 metri), media (0-300 metri) e profonda (0-1000 metri). Questi modelli forniscono una quantità di informazioni con previsione da 1 a 15 giorni, caratteristica veramente notevole!
Una vera e propria enciclopedia per i pescatori, con dati come temperatura della superficie dell’acqua, escursione di marea, termoclino, clorofilla, corrente, salinità, ossigeno disciolto e molto altro ancora.
Per coloro che non hanno dimestichezza nell’utilizzare i dati in base al tipo di pesca che si vuole effettuare, il modulo OCEAN-O permette di selezionare alcune specie a cui sono legati in automatico i dati relativi per pescare al meglio questi pesci, come le zone di migrazione del tonno rosso o degli alletterati o delle sardine .

E’ possibile preimpostare la specie di pesce che si intende ricercare (vedi colonna in alto a destra)

UN OCCHIO ALLA SICUREZZA
Una delle risorse più preziose di questo nuovo software TIMEZERO è la possibilità di avere anche delle affidabili previsioni meteorologiche, da poter inserire direttamente sulla pagina di pianificazione della rotta come l’altezza e la direzione delle onde, le previsioni di pioggia e temporali, la direzione e l’intensità del vento.
Tutti questi dati possono essere direttamente visualizzati nella pagina di pianificazione, con un’animazione che ne mostra il cambiamento con il passare delle ore, uno strumento completo oltre che per la pesca anche per la navigazione sia costiera che d’altura.

timezero furuno
La pagina di pianificazione

Chi siamo

Mondo Barca Market è il punto di riferimento del diportista. Online ed in edicola in tutta Italia con le migliori occasioni del mercato e con le ultime news del mondo della nautica.


Indirizzo: Via dei Lecci, 26, 00062 Bracciano (RM)
Tel/Fax: +39 06 99806045
Email: info@mondobarcamarket.it

Newsletter

Accetto la privacy