• English Italian

Come scegliere l’elettronica giusta per la pesca sportiva

Che sia una fishing boat super accessoriata o una semplice lancia l’elettronica di bordo gioca un ruolo fondamentale nella pesca sportiva, soprattutto quella di ricerca. Un buon strumento che ci fornisca i dati della profondità e posizione gps si rivelerà indispensabile nel 99% delle tecniche praticabili dalla barca dal bolentino, alla traina col vivo, irrinunciabile in drifting e nel vertical jigging.

Ma come scegliere il giusto strumento nella grande offerta presente sul mercato?

Come primo aspetto dovremo fare un riepilogo di quelle che sono le tecniche che pratichiamo per capire la tipologia di strumento che farà al nostro caso e in secondo luogo capire quale sarà il trasduttore che potrà dare le migliori prestazioni che andrà scelto con cura in base alla barca.
Di primaria importanza sarà capire se la chiglia è adatta ad accogliere un trasduttore di poppa o se, data la sua forma o la presenza di motore entrobordo, si dovrà optare obbligatoriamente per un trasduttore passante. In quest’ultimo caso la scelta ricade su tale modello in quanto la presenza dell’elica prima della fine della chiglia creerà inevitabilmente turbolenza che renderà vano il tentativo della sonda di inviare l’eco e riceverlo per tramutarlo in segnale visibile dal display.

Altro aspetto da non sottovalutare è la profondità massima dichiarata per lo strumento che spesso è la massima raggiungibile in condizioni ottimali e, quindi, se un ecoscandaglio darà come suo massimo 500 metri tendenzialmente i pesci li vedremo bene fino a 400. Questo appunto permetterà di scegliere lo strumento che più si avvicinerà al nostro modo di pescare scartando i modelli che avranno come profondità massima raggiungibile una quota uguale o inferiore alle batimetriche abitualmente frequentate durante l’azione di pesca.

Altro fattore importante è decidere se optare per un modello touch oppure a tastiera ricordandoci che spesso il pescatore avrà le mani sporche o bagnate e quindi andare ad interagire con lo strumento premendo direttamente sul display sporcherà inevitabilmente lo schermo rendendo difficoltosa la sua lettura. Molti strumenti presenti sul mercato italiano offrono diverse opportunità di utilizzo e anche in questo caso saremo noi a decidere quale farà al caso nostro cercando di capire le funzioni a cui non potremo rinunciare.

Il classico strumento è l‘ecoscandaglio, un display collegato ad un trasduttore che invia delle onde che una volta rimbalzate sul fondo ritornano indietro permettendo di scoprire la profondità esatta sotto la nostra barca e, con un po’ di esperienza, anche l’entità del fondale e la presenza di pesci.
Il trasduttore, infatti, lancia un segnale che scende a forma di cono rovesciato e in base alla frequenza utilizzata sarà più o meno ampio per scandagliare una fascia di colonna d’acqua. Da qualche anno però si può avere la possibilità di utilizzare schermi multifunzione che racchiudono al loro interno un concentrato di tecnologia per semplificare l’azione di pesca.
E così potremo facilmente trovare sul mercato strumentazione che, oltre al modulo ecoscandaglio, include un veloce gps cartografico, la visione Down Imaging per avere letture del fondale quasi in 3D, la visione Side Imaging per poter scansionare anche a destra e a sinistra dell’imbarcazione e il sonar 360° che permetterà di effettuare una scansione intorno alla barca fino a profondità interessanti con un raggio di ben 120 metri. Tutta questa tecnologia associata ad un buon uso dello strumento permetterà di trovare nuovi spot di pesca e scovare le prede ancor prima che loro si accorgano della nostra presenza.
E’ il caso della gamma Helix di Humminbird con i quali è possibile sfruttare tutta la tecnologia a disposizione nella ricerca di nuovi punti di pesca e ricerca del pesce.
Infine per avere una strumentazione efficiente dal punto di vista della navigazione sarà opportuno dotarsi di una cartografica nautica che possa essere letta dallo strumento: come le carte Navionics che offrono altissimi dettagli di mappatura e applicativi all’avanguardia come le Sonar Chart, la Web API e l’app dedicata allo smartphone per avere sempre una chiara e precisa visione dell’andamento del fondale e per un riferimento preciso dei dettagli di costa ed eventuali zone pericolose alla navigazione come secche isolate o relitti affioranti.

 

Chi siamo

Mondo Barca Market è il punto di riferimento del diportista. Online ed in edicola in tutta Italia con le migliori occasioni del mercato e con le ultime news del mondo della nautica.


Indirizzo: Via dei Lecci, 26, 00062 Bracciano (RM)
Tel/Fax: +39 06 99806045
Email: info@mondobarcamarket.it

Newsletter

Accetto la privacy