• English Italian
SALVAMARE-SQUALO-BALENA

Legge Salvamare: il primo passo contro la plastica

Ultimo aggiornamento 07/11/2019

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha annunciato che all’interno del suo ministero sarà istituita una direzione generale del mare e delle coste.

“Come Marevivo – spiega Rosalba Giugni, Presidente dell’associazione – siamo soddisfatti della costituzione di questa struttura e auspichiamo che ci siano una inter modalità, uno scambio e un confronto, tra i ministeri perché l’ambiente, e il mare, sono trasversali a qualsiasi attività di Governo. La particolare collocazione geografica dell’Italia nel bacino del Mediterraneo rende necessaria la costituzione di una direzione che possa occuparsi di tutte le politiche connesse con il mare, con lo scopo di superare la frammentazione istituzionale che vede ben 10 Ministeri (Ambiente, Politiche Agricole, Trasporti, Salute, Difesa, Affari Esteri, Lavoro, Economia e Finanze) occuparsene a diverso titolo”.

Con la legge Salvamare, approvata dalla Camera lo scorso 24 ottobre, l’Italia inizia la guerra alla plastica nei mari. Il provvedimento proposto dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa inaugura un’era in cui le istituzioni italiane ed europee, costrette a una presa di coscienza della gravità dei livelli di inquinamento, corrono finalmente ai ripari.Leggi di piú …

La questione ambientale nell’industria nautica sostenibile

Ogni armatore, o anche ogni semplice visitatore, che si sia trovato ad esplorare un cantiere nautico in tutti i suoi reparti e anfratti produttivi, avrà probabilmente chiesto all’ospite che lo accompagnava nell’interessante visita guidata: “Ma che cos’è questo strano odore?”.
L’ospite, quando non estremamente esperto in tematiche tecniche e/o di produzione (spesso sono i commerciali a scortare i visitatori nei reparti) risponde a queste domande in modo confuso, talvolta leggermente imbarazzato, abbozzando qualche singolare giustificazione verso l’odore non propriamente riconducibile a rose e ciclamini. Dunque “tecnicamente parlando”: che natura hanno quelle esalazioni che si avvertono nei reparti produttivi di un cantiere nautico? Di cosa si tratta? Esiste una risposta univoca e inconfutabile?

Leggi di piú …

Suzuki in prima linea per l’iniziativa “A pesca di immondizia”

Ha riscosso grande successo l’iniziativa “A pesca di immondizia”, organizzata dall’associazione Lady Martina Sportfishing in collaborazione con Suzuki.

Leggi di piú …

Legambiente premia Waste Boat Service

E’ stata premiata in occasione della quinta edizione di Ecoforum all’interno della 25° edizione di “Comuni Ricicloni” la startup WBS-Waste Boat Service, che raccoglie e smaltisce i rifiuti prodotti da navi, imbarcazioni da diporto e natanti ormeggiati in rada o in campi boe sul territorio che va dalla Marina di Puntaldia fino all’Arcipelago di La Maddalena, in Sardegna.Leggi di piú …

Alla Marina di Loano arriva Brigitte Bardot

Brigitte Bardot, questo il nome d’arte scelto per l’avveniristico trimarano a motore che rimarrà alla Marina di Loano per i prossimi tre mesi, realizzato per circumnavigare il mondo in tempo record.

Leggi di piú …

Marina di Varazze: impegno “green” con l’accordo RAMOGE

 

Da sempre coinvolto nella tutela e nella salvaguardia delle coste italiane e dell’ambiente il Marina di Varazze ha confermato quest’anno il suo impegno facendosi promotore dell’iniziativa “Navigo e Riciclo” volto a sensibilizzare i diportisti sul tema ambientale. 

Leggi di piú …

Doppio riconoscimento per Marina d’Arechi: Bandiera Blu e Marina Excellence

Ancora una volta il Marina d’Arechi si conferma Bandiera Blu – Approdi, ottenendo inoltre  il massimo punteggio di 5 timoni su 5 assegnato dal RINA nell’ambito della certificazione di qualità “Marina Excellence”.

Leggi di piú …

In aereo per tutelare balene e delfini del Mediterraneo

Parte il survey commissionato all’International Whaling Commission (Commissione Internazionale Baleniera) e dal Ministero dell’Ambiente, con lo scopo di accertare gli effetti della morìa di stenelle nel Tirreno e lo stato delle popolazioni di altri cetacei, di tartarughe e di grossi pesci pelagici. Il progetto vedrà l’attiva partecipazione dell’Istituto TETHYS – in qualità di responsabile della ricerca – e dell’ISPRA.Leggi di piú …

fine vita delle imbarcazioni

Fine vita delle imbarcazioni: la questione della sostenibilità ambientale

Un tema molto interessante, ‘caldo’ e di cui si sa abbastanza poco è quello relativo alla sorte subita dalle imbarcazioni quando la loro vita ‘si esaurisce’.
Le barche, difatti, come tutti i beni prodotti e fabbricati dall’uomo, è destinata col tempo a deteriorarsi, e – con gli anni – ad esaurire il proprio compito di ‘fidata compagna dell’armatore’ in quanto tutti (o quasi) i suoi componenti si danneggiano irrimediabilmente e potrebbe non valere la pena ostinarsi a recuperarla.

Leggi di piú …

Le emissioni ambientali di solventi organici volatili nell’industria nautica

Abbiamo introdotto, nello scorso editoriale, uno dei più stringenti problemi relativi alla cantieristica nautica, e cioè quello delle emissioni in atmosfera di solventi organici volatili dannosi per l’ambiente e per la salute degli operatori.
Abbiamo anche visto quelli che sono i limiti dettati dalle normative vigenti in materia  con particolare riferimento alla situazione che riguarda il nostro paese.
In Italia, nello specifico (cfr. Editoriale Giugno 2011), non è possibile superare il limite delle 50 parti per milione di solvente. Questo, tradotto in pratica, significa che ogni cantiere non deve oltrepassare la soglia di 208 milligrammi di Solventi Organici Volatili (S.O.V.) per ogni metro cubo dello stabilimento dedicato alla produzione.
Leggi di piú …

Chi siamo

Mondo Barca Market è il punto di riferimento del diportista. Online ed in edicola in tutta Italia con le migliori occasioni del mercato e con le ultime news del mondo della nautica.


Indirizzo: Via dei Lecci, 26, 00062 Bracciano (RM)
Tel/Fax: +39 06 99806045
Email: info@mondobarcamarket.it

Newsletter

Accetto la privacy